Mercoledì, 14 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca ’Ndrangheta in Aspromonte. Il Gup dispone il giudizio per 53 imputati
LA DECISIONE

’Ndrangheta in Aspromonte. Il Gup dispone il giudizio per 53 imputati

di
Conclusa l’udienza preliminare dell'inchiesta “Eyphemos”
53 rinvii a giudizio, indagine Eyphemos, rito ordinario, Reggio, Cronaca
Giovanni Bomardieri e Gaetano Paci, al vertice della DDa reggina

A processo. Il Gup di Reggio, Maria Rosa Barbieri, ha disposto il rinvio a giudizio per le 53 persone coinvolte nell'operazione “Eyphemos” che avevano scelto il rito ordinario. Per loro il processo si avvierà in Tribunale a Palmi (dove è radicata la competenza territoriale) a partire dal 23 marzo. Accolta quindi dal Giudice dell'udienza preliminare la tesi dell'accusa - l'indagine “Eyphemos” è stata diretta dal procuratore Giovanni Bombardieri, dall'aggiunto Gaetano Calogero Paci e dal sostituto antimafia Giulia Pantano - che ruota soprattutto sullo scenario di un presunto intreccio tra la politica e le consorterie mafiose nel triangolo aspromontano Sant'Eufemia, Sinopoli e San Procopio. Sono invece poco più di venti le persone che hanno scelto di proseguire l'udienza preliminare di “Eyphemos” con rito abbreviato. La loro posizione sarà affrontata e discussa davanti al Gup di Reggio, Maria Rosa Barbieri, il 25 marzo. Tra chi ha optato per il percorso in abbreviato c'è anche il senatore di Forza Italia, Marco Siclari, il parlamentare di Villa San Giovanni che è accusato di scambio elettorale politico-mafioso, perchè secondo il Pool antimafia di Reggio sarebbe stato appoggiato dalla cosca Alvaro alle elezioni Politiche del 2018.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook