Mercoledì, 14 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Locri, riparte il cantiere: «Palazzo di giustizia, sarà la volta buona»
IL CANTIERE

Locri, riparte il cantiere: «Palazzo di giustizia, sarà la volta buona»

di
Locri, la riapertura del cantiere “solennizzata” da uno schieramento istituzionale simbolicamente imponente

È dunque ripartita ieri la lunghissima “avventura” della costruzione del nuovo Palazzo di giustizia di Locri. È stato il sindaco Giovani Calabrese a dare il via alla cerimonia di riapertura del cantiere di «un'opera fondamentale e strategica – ha evidenziato – che sembrava dover rimanere incompiuta». Così non è stato, ha aggiunto, perché «davanti agli ostacoli, alle insidie e alle vicissitudini varie che hanno interrotto diverse volte l’iter della costruzione della struttura, i rappresentanti istituzionali del Comune, del Tribunale e della Soprintedenza alle Opere Pubbliche non hanno mai alzato bandiera bianca».

«Anzi sono stati tutti presi – come ha evidenziato il presidente del Tribunale di Locri, Fulvio Accurso – da una salutare “ostinazione” che alla fine ha dato loro ragione facendo riaprire il cantiere e ripartire i lavori. Adesso il tempo di realizzazione previsto è di circa tre anni. Un tempo – ha aggiunto scherzosamente Accurso – che può apparire lungo, ma che è stato indicato anche come fattore scaramantico».

Ieri mattina, a fianco della caserma del Gruppo dei carabinieri di Locri si è svolta la cerimonia di “apertura del cantiere” che arriva dopo circa 30 anni dall’avvio dell’iter amministrativo e a undici dalla posa della prima pietra. Gli attori principali che hanno conseguito questo importante risultato c’erano tutti.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook