Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Processo Ghota a Reggio, il pm chiede di condannare ex parlamentari Romeo e Caridi
LA REQUISITORIA

Processo Ghota a Reggio, il pm chiede di condannare ex parlamentari Romeo e Caridi

processo ghota, reggio calabria, Alberto Sarra, antonio caridi, paolo romeo, Reggio, Cronaca
Il procuratore Giovanni Bombardieri e l’aggiunto Giuseppe Lombardo

Sono 19 le richieste di condanna, per oltre 250 anni di carcere, chieste complessivamente dalla Dda di Reggio Calabria al termine della requisitoria del processo Gotha contro la componente riservata che governerebbe la 'ndrangheta e capace di dettare gli indirizzi politici degli enti pubblici. Su 31 imputati l’accusa ha chiesto 19 condanne e 11 assoluzioni, un imputato è deceduto nelle more del processo. La pena più pesante, 28 anni di reclusione, è stata invocata dal procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri per l’avvocato Paolo Romeo, ex parlamentare che ha già scontato una condanna definitiva per concorso esterno; 20 anni sono stati invocati per l’ex senatore Antonio Stefano Caridi. Oltre alla condanna dei due ex parlamentari, il procuratore ha chiesto anche quella, a 20 anni, per Alberto Sarra, ex sottosegretario alla Regione Calabria della Giunta Scopelliti. Sette anni sono stati chiesti per l’ex presidente della Provincia, Giuseppe Raffa. I magistrati hanno chiesto anche 11 assoluzioni, mentre un 31mo imputato, Saverio Genoese Zerbi, è deceduto. L’assoluzione è stata chiesta per Vincenzo Amodeo, Domenico Aricò, Amedeo Canale, Demetrio Cara, Maria Angela Marra Cutrupi, Teresa Munari, Domenico Nucera, Domenico Pietropaolo, Giovanni Pontari, Andrea Scordo e Rocco Zoccali. Nel corso della requisitoria, iniziata nelle settimane scorse, il procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo e altri pm della Dda hanno ricostruito l’impianto accusatorioIl processo sintetizza ben cinque diverse indagini - Sistema Reggio, Fata Morgana, Reghion, Mammasantissima e Alchimia - coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria. Le accuse sono, a vario titolo, di associazione mafiosa, voto di scambio, violazione della legge Anselmi, corruzione, estorsione, truffa, falso ideologico e rivelazione di segreti d’ufficio.

 

 

 

 

 

 

(ANSA).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook