Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, Asp: il virus lascia a secco i creditori

Reggio, Asp: il virus lascia a secco i creditori

di
Si moltiplicano i ricorsi ma i giudici non possono procedere ad accordare i pignoramenti. Esplode la rabbia di professionisti e piccoli fornitori che devono attendere la pronuncia della Corte Costituzionale sul blocco delle procedure esecutive

“Giudizio sospeso”. Da qualche a settimana a questa parte chi non è stato pagato dall’Azienda Sanitaria provinciale di Reggio e ha deciso di rivolgersi al Tar per ottenere l’esecuzione forzata, è costretto a dovere attendere. I giudici amministrativi, capendo anche la situazione di difficoltà di molti creditori dell’ente sanitario affogato nei debiti milionari e nella più totale confusione amministrativa, hanno deciso di sollevare una questione di legittimità davanti la Corte Costituzionale sul decreto legge approvato dal governo che blocca le procedure esecutive nei confronti degli enti del servizio sanitario a causa dell’emergenza coronavirus.

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook