Domenica, 19 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il fiume Mesima, una bomba ecologica nel Reggino: si muove il Comune di Rosarno
IL CASO

Il fiume Mesima, una bomba ecologica nel Reggino: si muove il Comune di Rosarno

Il commissario Reppucci chiede un incontro sull’inquinamento

Ad ogni estate si ripropone il problema dell’inquinamento della costa compresa tra i comuni di San Ferdinando, Rosarno e Nicotera, causata dalle acque putride e mefitiche riversate nel Mar Tirreno dal Mesima e dai suoi affluenti. Un problema conosciuto da oltre vent’anni, ampiamente dibattuto in diverse sedi istituzionali locali e regionali, oggetto di proposte di interventi “risolutivi”, rimasti però confinati nei cassetti polverosi delle buone intenzioni.
La questione torna alla ribalta a seguito del nuovo allarme lanciato dal Wwf Calabria, nel tentativo di trovare finalmente ascolto presso le istituzioni competenti. Il primo a prendere posizione, quale rappresentante del Comune considerato principale responsabile dell’inquinamento del corso inferiore del Mesima, è il commissario prefettizio Antonio Reppucci,

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook