Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, il Museo scrive all'Asp: “Tamponi rapidi all’ingresso“
GREEN PASS

Reggio, il Museo scrive all'Asp: “Tamponi rapidi all’ingresso“

Il direttore chiede l’attivazione di un punto sanitario per non pregiudicare gli ingressi alla struttura che ospita i Bronzi

Una postazione per effettuare test antigenici rapidi nella zona antistante l’ingresso del Museo: a chiederla è il direttore del MArRC, Carmelo Malacrino, alla luce dell’obbligo di green pass scattato ieri.
Anche al Museo archeologico nazionale è infatti entrata in vigore la certificazione verde Covid-19. A tutela della salute e per ammirare le ricche collezioni museali in serenità, i visitatori dovranno possedere i requisiti previsti dalle disposizioni governative e trovarsi, quindi, in almeno una di queste condizioni: completamento del ciclo vaccinale (monodose o bidose) per i successivi nove mesi; prima dose di vaccino dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione e fino alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale; avvenuta guarigione dal Covid nei sei mesi precedenti.

In alternativa è possibile presentare l’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare effettuato nelle 48 precedenti. E a tal fine, «proprio per agevolare i visitatori sprovvisti di green pass», il direttore Malacrino, insieme al responsabile del servizio di prevenzione e protezione del Museo ha scritto ieri all’Asp per chiedere l’attivazione del punto per i tamponi rapidi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook