Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, l'assalto al furgone portavalori: cinque anni di carcere per tre componenti della banda
FAKE IDENTITY

Reggio, l'assalto al furgone portavalori: cinque anni di carcere per tre componenti della banda

di

Processo “Fake identity”: cinque anni di carcere (e 1.600 euro di multa) per tre dei cinque componenti la gang che tentò l'assalto al furgone portavalori di un noto istituto di vigilanza cittadino che la mattina del 9 settembre 2019 era in arrivo sul viale Calabria, nel cuore della cintura urbana Sud di Reggio, proprio davanti il centro commerciale “Le Ninfee” e fare razzia del denaro custodito nel caveau aziendale e del rifornimento di contanti destinati alla filiale della “Bnl Paribas”, annessa al medesimo centro commerciale (la consegna programmata era di 160 mila euro). I tre imputati che in primo grado erano stati già condannati a 6 anni di reclusione - i due falsi netturbini, Claudio Amato (33 anni) e Marco Venuti (30 anni); e uno dei due falsi poliziotti, Oberto Alessandro Mirandoli (37 anni) – hanno patteggiato in secondo grado la pena rinunciando - attraverso i loro legali di fiducia, gli avvocati Giacomo Iaria, Fortunato Cicciù, Marco Tullio Martino e Enzo Caccavari - ai motivi di appello.
La sentenza è stata emessa dalla Corte d'Appello di Reggio (presidente la dottoressa Olga Tarzia) dopo aver registrato il parere favorevole del Procuratore generale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook