Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, la crisi del lavoro causata dalla pandemia fa “volare” il Reddito di cittadinanza
SUSSIDI

Reggio, la crisi del lavoro causata dalla pandemia fa “volare” il Reddito di cittadinanza

di
Tra il 2019 e il 2020 una decisa impennata nelle richieste: aumentate del 208%

Boom di richieste per il Reddito di cittadinanza nell’anno del coronavirus. A Reggio nel 2020 sono seimila le richieste del sussidio mentre nel 2019 erano state 1.984 (partendo da marzo, quando è stata varata la misura) con un aumento del 208%. Sommando quelle degli altri due Centri per l’impiego del Reggino (3.700 a Gioia Tauro e 1.408 a Locri). Richieste che vanno a gonfie vele anche nel 2021. Ma nonostante la gran mole di domande e un lavoro super negli uffici, le attività di incontro della domanda con l’offerta di lavoro vanno a rilento e questo lo ha certificato anche la Corte dei Conti che ha passato in rassegna le attività di tutti i centri per l’impiego. Le motivazioni dei ritardi vengono spiegate anche dalla Cittadella: «La regione ha riferito che le difficoltà nell’uso dei sistemi informatici dell’utenza dei Centri per l’Impiego è stata tra le cause della diminuzione delle richieste dei servizi e che conseguentemente l’attività generale ha subito, nell’anno 2020 rispetto al 2019, un decremento del 28,5 per cento».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook