Martedì, 19 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Locri, azzerato il carcere a vita per Michele Curciarello
CASSAZIONE

Locri, azzerato il carcere a vita per Michele Curciarello

di
La Cassazione sull’omicidio di Salvatore Cordì “il cinese”. Rinviato il giudizio sulla validità dello “stub”
Reggio, Cronaca
Michele Curciarello

Per la seconda volta la Corte di Cassazione interviene annullando con rinvio la sentenza di condanna all’ergastolo disposta dai giudici di Reggio Calabria nei confronti di Michele Curciarello, accusato di essere stato l’esecutore materiale dell’omicidio di Salvatore Cordì, detto “il cinese”, ucciso il pomeriggio del 31 maggio 2005 a Siderno. La Cassazione ha accolto il ricorso depositato e discusso dagli avvocati Salvatore Staiano e Cosimo Albanese, difensori del 59enne di Siderno, incentrato sul valore dimostrativo dello stub e sulla catena di custodia che, a loro avviso e come del resto aveva già evidenziato la prima sentenza dei giudici ermellini, «non è stata corretto», tanto da postulare una concreta possibilità di «contaminazione innocente». Un fattore che toglie il necessario valore dimostrativo dell’operazione di rilevamento di eventuali tracce di polvere da sparo, non potendosi escludere, senza alcun ragionevole motivo, che l’inquinamento si sia prodotto in altri momenti.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook