Lunedì, 06 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Gelataio o fotografo. Il riscatto dei detenuti di Reggio passerà dal lavoro
PROGETTO

Gelataio o fotografo. Il riscatto dei detenuti di Reggio passerà dal lavoro

di
Idea degli Istituti penitenziari e Rotary

L'idea​ diventa progetto, ma soprattutto condivisione. Lo dicono con orgoglio il direttore degli Istituti penitenziari “G. Panzera”, Carmelo Tessitore, ed il governatore del​ Rotary Distretto 2102 Calabria, Fernando Amendola, firmando un protocollo di intesa che dà forza a due corsi di formazione professionali già attivati: di gelateria​, nel plesso Arghillà, e di fotografia, in quello di San Pietro. «Siamo contenti di mettere a disposizione​ un corpo di nostri formatori in maniera totalmente gratuita e volontaria», dice Amendola, dopo che Enzo Pennestrì di Sottozero spiega via video il senso del suo contributo. «I detenuti hanno molto apprezzato questa iniziativa​ per «l’oggetto molto interessante e perchè sarà lei a formarli», così il direttore Tessitore ringrazia Pennestrì. Una nuova speranza aleggia in un istituto, dove la dignità del detenuto che sconta il suo debito con la società​ deve​ essere sempre preservata. Parte da questo valore umano e sociale la sinergia tra Rotary e​ Direzione​ degli Istituti penitenziari che curerà la predisposizione dei locali dove avviare le due differenti attività formative con il coinvolgimento di un max di 10 detenuti a corso.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook