Lunedì, 06 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cocaina in Sicilia e Puglia, inflitti due secoli di carcere
LOCRIDE

Cocaina in Sicilia e Puglia, inflitti due secoli di carcere

di
La sentenza del gup al processo nato dall’inchiesta “Koleos”

Condanne per circa due secoli di reclusione sono stati inflitti dal gup di Reggio Calabria Francesco Campagna al termine della camera di consiglio del troncone dell’abbreviato del processo scaturito dall’indagine “Koleos”, scattata nel luglio del 2020, che ha riguardato un traffico di sostanze stupefacenti tra la Locride, le province di Messina e Catania, e la Puglia, nello specifico le province di Bari, Brindisi, Taranto e Lecce. La Procura reggina contesta a vario titolo e con modalità differenti la partecipazione a un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti del tipo cocaina ed altri reati. Il giudice Campagna ha sostanzialmente confermato il quadro accusatorio e le richieste formulate dal pm Alessandro Moffa, sostituto procuratore della Dda reggina, che ha discusso il processo. I condannati sono: Domenico Barbaro 8 anni 4 mesi; Antonio De Carlo 6 anni; Giuseppe Ferrinda 11 anni; Maria Filastro 11 anni 8 mesi; Giovanni Giorgi 20 anni; Giuseppe Giorgi 20 anni; Giovanna Laganà 9 anni; Antonio Mammoliti 9 anni 4 mesi; Domenico Mammoliti 20 anni; Francesco Mammoliti 20 anni; Francesco Parrelli 8 anni 8 mesi; Antonio Pellegrino 9 anni 8 mesi; Domenico Pellegrino 13 anni; Carmine Raco 4 anni 6 mesi; Francesco A. Raco 4 anni 6 mesi; Vincenzo Scarfone 9 anni 4 mesi; Vincenzo Luciano 8 anni 10 mesi. Unico imputato assolto è stato Antonio Barbaro, residente a Platì.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook