Mercoledì, 06 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Locri, narcotraffico internazionale: il pm chiede quasi tre secoli
LA REQUISITORIA

Locri, narcotraffico internazionale: il pm chiede quasi tre secoli

di
Il processo nato dall’operazione “Edera”
Reggio, Cronaca
Il tribunale di Locri

Poco meno di tre secoli di reclusione e un milione e 600 mila euro di multa sono stati chiesti dal pm Antonella Crisafulli, della Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, per i 19 imputati del filone in ordinario del maxiprocesso “Edera”. Pene che vanno da sei fino a 23 anni a di reclusione.
Il pubblico ministero ha ripercorso gli esiti dell’inchiesta dei carabinieri del Ros che nel giugno 2019 eseguirono l’operazione in collaborazione con la polizia colombiana, quella olandese e la gendarmeria francese che hanno individuato una serie di soggetti – alcuni ritenuti a vario titolo collegati con le ‘ndrine della Locride – dediti al narcotraffico internazionale anche in virtù della presenza di referenti in Sud America che mantengono contatti diretti con la Calabria.
Già nella prima parte della requisitoria il pm reggino ha evidenziato la pericolosità delle ‘ndrine calabresi nel mercato del narcotraffico, richiamando l’attenzione dei giudici del Tribunale di Locri, (Presidente Logozzo, consiglieri Casciola e Sobbrio), su una serie di intercettazioni telefoniche intercorse tra alcuni imputati dalle quali emergono contatti diretti tra Italia e Colombia per destinare la droga alla vendita in Lombardia, dove operano articolazioni di ‘ndrangheta in collegamento con le locali dei mandamenti reggini.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook