Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Presunti falsi braccianti agricoli nella Locride: tutti assolti
IL PROCESSO

Presunti falsi braccianti agricoli nella Locride: tutti assolti

di
Diciannove imputati per reati di truffa ai danni dell’Inps

Si è concluso con l’assoluzione con la formula “perché il fatto non sussiste”, il processo davanti al Tribunale di Locri a 19 imputati per il reato di truffa ai danni dell’Inps finalizzata al conseguimento di indennità di disoccupazione, malattia e maternità. Le indagini erano scaturite a seguito degli accertamenti svolti dall’Ispettorato territoriale del lavoro di Reggio Calabria nei confronti di un’azienda agricola, con sede legale nel comune di Careri, nella Locride, nell’anno 2016.

Nel corso dell’istruttoria dibattimentale, sono stati sentiti gli accertatori dell’Ispettorato del Lavoro e, a seguito della loro deposizione, nel corso della discussione, l’avv. Sebastiano Brancati ha fatto presente che gli accertamenti risultavano compiuti sui terreni a distanza di qualche anno dall’assunzione dei braccianti agricoli e, quindi, la presenza di erbacce e terreni incolti non potevano costituire prova certa che nell’anno 2016 i terreni non fossero stati effettivamente coltivati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook