Lunedì, 05 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Manifestazione il 15 ottobre per “salvare” l’ex ospedale di Scilla
LA PROTESTA

Manifestazione il 15 ottobre per “salvare” l’ex ospedale di Scilla

di
Ieri l’ennesimo sit-in davanti alla Casa della Salute. Ciccone: «La struttura è stata costruita dalla Regione negli anni Settanta, se non è adeguata ci sono delle responsabilità»

Dopo mesi gli scillesi tornano a manifestare pacificamente davanti allo “Scillesi d’America”. Il sit-in è stato organizzato dal gruppo pro Casa della Salute per evitare il trasferimento dei servizi, dopo la notizia da parte del commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria, Lucia Di Furia, della chiusura della nuova costruzione del presidio scillese per carenze strutturali.
Molto partecipata la manifestazione, presente il sindaco Pasquale Ciccone: «Fino all’ultimo voglio fare il mio dovere. Da mercoledì mattina sarò un cittadino normale e continuerò questa battaglia perché ci sono delle motivazioni forti dal punto di vista della salute della gente, ma anche perché leggiamo dal provvedimento che la struttura è inadeguata e per rimetterla in sesto occorrono molti soldi e quindi non vale la pena e bisogna abbatterla. Questa struttura è stata costruita dalla Regione negli anni ’70 e ci sono delle responsabilità certe, se i materiali usati non sono stati adeguati ci saranno delle colpe, su questo bisognerebbe indagare per capire di chi è la responsabilità di una struttura di questa portata. Questa storia parte dal 2011, l’ultimo provvedimento che abbiamo combattuto quest’estate era quella della chiusura del punto di primo intervento, oggi si chiude.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook