Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Comune di Reggio in deficit, decadono subito sette dirigenti
PRECARIETÀ

Comune di Reggio in deficit, decadono subito sette dirigenti

di
Risolti i contratti dal primo gennaio. Dopo l’ok al rendiconto era arrivato il provvedimento del ministero dell’Interno
Reggio, Cronaca
Comune di Reggio Calabria

Il Comune di Reggio Calabria, come era già emerso nei mesi scorsi, è tornato in un condizione di deficitarietà strutturale dal punto di vista economico e dal primo gennaio 2023 entrano in vigore le penalità previste dal testo unico degli enti locali. Sono stati dichiarati decaduti cinque dirigenti e altri due figure di alta professionalità. È un provvedimento automatico («Il Testo Unico degli enti locali espressamente prevede “il contratto a tempo determinato è risolto di diritto nel caso in cui l’ente locale dichiari il dissesto o venga a trovarsi nelle situazioni strutturalmente deficitarie”)».
È così è stato per: Santo Coppola e Bruno Doldo, Giuseppe Quartuccio, Domenico Richichi, Massimo Rizzuto, nonché con le Alte Specializzazioni: Carmelo Gelonese e Daniela Pirrottina i cui contratti sono stati risolati a partire dal primo gennaio. Questo alla luce del bilancio approvato nei mesi scorsi: «dalle risultanze del Rendiconto della Gestione Finanziaria anno 2021, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 35 del 14 giugno scorso, il Comune di Reggio Calabria, in applicazione delle disposizioni di cui all’art. 242 del Tuel, fatte salve sopravvenienze normative, a decorrere dal primo gennaio è da considerarsi ente in condizioni strutturalmente deficitarie».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook