Sabato, 19 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
L'ALLARME

Asp di Reggio Calabria, la Cisl: "500 medici presto in pensione, il turn over fa paura"

Un settore che insegue le emergenze e manca di programmazione. La Cisl medici lancia l'allarme. La situazione del comparto secondo l'analisi della sigla sindacale si trova sull'orlo di una crisi che non conosce precedenti. «La situazione è drammatica - dice Giuseppina Fera, della segreteria nazionale della sigla - ci sono pochi medici che vogliono lavorare nel pubblico i bandi, quei pochi che ci sono vanno deserti». Una situazione di carattere generale che si acuisce sul territorio reggino in cui la sanità rappresenta un caso davvero estremo.

«L'Azienda sanitaria provinciale – spiega Pasquale Romeo, segretario provinciale – oggi conta circa 800 medici si questi solo il 10% ha un'età inferiore ai 50 anni. Nei prossimi 5 anni andranno in pensione qualcosa come 500 medici. Si profila un terremoto. Anche perché non si avrà neanche il tempo di poter formare questi nuovi medici. Ma di questo sembra che nessuno se ne sia accorto, non c'è un briciolo di programmazione».

L'articolo completo nell'edizione odierna della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook