Mercoledì, 26 Giugno 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Intitolazioni a Polistena, la famiglia del senatore Tripodi in polemica col Comune

di
polistena, senatore tripodi, Girolamo Tripodi, Reggio, Calabria, Politica
Comune di Polistena

«Per il rispetto dovuto alla memoria del nostro caro marito e padre Girolamo Tripodi, finora abbiamo evitato di intervenire pubblicamente sulla grave vicenda delle inopportune intitolazioni a suo nome. Lo facciamo oggi perché è necessario diradare il cumulo di notizie false e grandi bugie diffuse dall’Amministrazione comunale di Polistena».

Rompono il silenzio la vedova Pasqualina Policriti e i figli Michelangelo, Maria Concetta e Ivan per ribadire che «desideriamo solo, rispetto per noi e, soprattutto, per la memoria di nostro marito e padre».

Tutto ha avuto inizio quando l’Amministrazione Comunale di Polistena guidata dal sindaco Michele Tripodi (nipote di Mommo) ha commesso a giudizio dei suoi parenti «un grave errore con la delibera n. 108 del 6 agosto 2018, riguardante “l’intitolazione all’on. Girolamo Tripodi di una via pubblica e della futura casa della cultura in Palazzo Sigillò”, avvenuta senza alcuna consultazione della famiglia di Girolamo Tripodi».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook