Lunedì, 06 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Reggio, il “caso Miramare” e la sospensione di Falcomatà: Perna si defila. E il Pd ci pensa
COMUNE

Reggio, il “caso Miramare” e la sospensione di Falcomatà: Perna si defila. E il Pd ci pensa

di
Ore di tensione a Palazzo San Giorgio. L’ex vicesindaco esterno oggi incontrerà la stampa

Ore di tensione, caos e smarrimento a Palazzo San Giorgio. La maggioranza di centrosinistra che guida la città si è ritrovata divisa e smarrita dopo la sentenza di condanna a 1 anno e 4 mesi di reclusione per il sindaco e a 1 anno per gli altri imputati in relazione al reato di abuso d'ufficio per l'assegnazione di una parte dell'albergo comunale “Miramare”. Arrivata la sentenza la Prefettura ha applicato la sospensione dalla carica per effetto della legge Severino. Senza sindaco e nocchiero, adesso alla truppa manca una guida perché alle rassicurazioni del primo cittadino («l’amministrazione andrà ugualmente avanti») sono seguiti atteggiamenti di alcuni consiglieri che hanno denotato come la maggioranza fosse tutt’altro che unita.

Reggio Calabria, sentenza Miramare. Brunetti e Versace i nuovi "reggenti" - FOTO

La mossa di Falcomatà di nominare Paolo Brunetti a vice sindaco al Comune in quota Italia Viva e Carmelo Versace di “Azione” (movimento politico di Carlo Calenda) alla Città metropolitana di fatto fa arretrare il partito dello stesso sindaco. I democrat non hanno caselle di potere e all’interno del Pd le anime sono contrastanti. Da un lato c’è chi è più prudente e attendista ma dall’altro c’è chi non accetta questa situazione «anche perché avevamo dato delle linee politiche chiare al primo cittadino». Se il Pd è in fermento sono rimasti a bocche asciutte anche i “Democratici Progressisti” di Nino De Gaetano.

Di fatto sono gli unici due partiti che aspiravano a un maggiore coinvolgimento nelle scelte del sindaco. E allo stesso tempo anche l’ex vice sindaco Tonino Perna avrebbe forse gradito un maggiore rispetto per il suo ruolo. Fatto sta che comunque Falcomatà avrà sicuramente legato la sua scelta del rimpasto posizionando al vertice una persona di sua fiducia e che ha condiviso con lui un percorso politico più lungo. Le dimissioni sembrano mature: Perna sarebbe destinato a lasciare il posto di assessore nella nuova giunta guidata da Paolo Brunetti. Per stamattina è fissato un incontro con i giornalisti allo Spazio Open e nella convocazione si legge che Perna «terrà una conferenza stampa con importanti comunicazioni».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook