Sabato, 04 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Reggio, sulle deleghe della Città Metropolitana c’è un muro di gomma

Reggio, sulle deleghe della Città Metropolitana c’è un muro di gomma

di
Cambiano i governatori ma la Regione ha dimostrato che non intende cedere parte dei suoi poteri a Palazzo Alvaro. Serve un’azione seria di tutta la politica reggina
Reggio, Politica
Palazzo Alvaro, Reggio

Le Istituzioni non hanno colori politici. Sono presidi democratici che garantiscono i diritti dei cittadini e spesso erogano servizi utili al territorio, per questo motivo le Istituzioni devono essere difese sempre.
Nel territorio reggino, per esempio, c’è un’Istituzione che potrebbe diventare un motore di sviluppo straordinario eccezionale ma che non riesce a funzionare a pieno regime per colpa della Regione Calabria.

Stiamo parlando della Città Metropolitana, di cui tutti si riempiono la bocca in ogni campagna elettorale, ma dal 2014 – da quando è stata istituita con la legge Delrio – attende di essere completata con le famose deleghe. Deleghe che, appunto, devono essere trasmesse dalla Regione a Palazzo Alvaro ma passano i governatori (prima Oliverio, poi Santelli e adesso Occhiuto) e tutto resta immutabile. Perché è di tutta evidenza che si tratta di una cessione di poteri che la Regione non farà mai a cuor leggero e allora continua a mantenere la Città Metropolitana di Reggio allo stesso livello di competenze che hanno le altre province calabresi. Ma la Città Metropolitana – a livello teorico e legislativo – è molto di più rispetto alla semplice Provincia. E allora, poiché la Città Metropolitana è di tutti i reggini, è necessario inizi una seria azione di pressione nei confronti del presidente Occhiuto affinché adempia a quello che dice la legge del Delrio e trasferisca all’Ente di Palazzo Corrado Alvaro quel che gli spetta, senza se e senza ma. E lo devono fare tutti insieme, gli attuali inquilini di Palazzo Alvaro e anche la minoranza di centrodestra che dice di amare tanto Reggio. Dal 2014 Reggio attende e dopo quasi 9 anni l’attesa può anche terminare. La Città Metropolitana, infatti, ha svariate volte richiesto con lettere ufficiali, richieste di incontro, deliberazioni del Consiglio Metropolitano la piena attuazione della legge Delrio, trovando sempre un muro di gomma.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook