Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA FICTION

"Liberi di scegliere", Di Bella: "Preziosi intenso in un ruolo che richiede molta empatia"

'ndrangheta, film, liberi di scegliere, alessandro preziosi, roberto di bella, Reggio, Calabria, Società
Il giudice messinese Roberto Di Bella, alla sua esperienza alla guida del Tribunale per i minorenni di Reggio, è stato ispirato il tv movie "Liberi di Scegliere"

A qualche giorno dal buon risultato ottenuto in termini di share da "Liberi di scegliere", tv movie incentrato sulla storia del magistrato messinese Roberto Di Bella, presidente del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria e pioniere di alcuni provvedimenti di sospensione o revoca della potestà genitoriale alle famiglie di 'ndrangheta, è proprio il giudice a commentare la fiction basata sulla sua esperienza e la performance dell'attore che ha interpretato il suo ruolo.

"Alessandro Preziosi - ha affermato Di Bella - è riuscito a descrivere con molta intensità il ruolo di giudice minorile, un lavoro che richiede molta empatia e capacità di intercettare le emozioni dei giovani. E' un lavoro duro che va comunque perseguito con coerenza per offrire una diversa opportunità di vita a chi, altrimenti, è destinato a perpetuare meccanismi sociali e culturali che danneggiano profondamente i singoli e le comunità".

"A molti di noi giudici minorili - ha aggiunto Di Bella - accade spesso di volere abbracciare i ragazzi che ci troviamo dinanzi, conoscendone le vicissitudini familiari ed i legami naturali, aspetti che inducono forti emozioni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook