Domenica, 18 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo

Ex Opera Sila a Gioia Tauro fra rifiuti e incuria: le foto del degrado

di

Centinaia di metri di immondizia a bordo strada, eternit e capannoni cadenti dentro. I ruderi degli impianti dell'ex Opera Sila - come riporta la Gazzetta del Sud-Reggio in edicola - sono visibili percorrendo la Nazionale 18, nel lungo rettilineo che da Gioia Tauro conduce fino a Rosarno.

L'ex impianto di trasformazione delle olive, che è ubicato in un terreno di proprietà della Regione Calabria, è la metafora di ciò che resta di un sogno industriale partorito negli anni '50 del secolo scorso, di un progetto che metteva al centro il territorio e che è naufragato nell'indifferenza della politica e dei cittadini.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook