Mercoledì, 08 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Premio Megalizzi Niedzielski, vincono due giornaliste di Georgia e Francia

Premio Megalizzi Niedzielski, vincono due giornaliste di Georgia e Francia

Lo scorso 12 ottobre, a Bruxelles, si è tenuta, nell’ambito della #EURegionsWeek 2022, la cerimonia di conferimento del Premio Megalizzi – Niedzielski, attribuito ogni anno a due giovani giornalisti che condividono l’entusiasmo di Antonio e Bartek per il progetto europeo.

Antonio Megalizzi, giovane reporter di Reggio Calabria, appassionato dell'Europa con il sogno del giornalismo, è stato una delle quattro vittime dell'attentato ai mercatini di Natale di Strasburgo dell'11 dicembre 2018 quando un uomo sparò diversi colpi d'arma da fuoco sulla folla.

La cerimonia, ha visto l’intervento di Elisa Ferreira, commissaria europea per la coesione e le riforme e di Younous Omarjee, eurodeputato e presidente della commissione per lo sviluppo regionale del Parlamento Europeo.

I sei finalisti, selezionati tra oltre 300 partecipanti al programma Youth4Regions, per aspiranti giornalisti, erano: Ani Arveladze (Georgia), Sonja Agata Bišćan (Croazia), Clara Hoheisel (Germania), Jānis Ieviņš (Lettonia), Rahel Schuchardt (Germania), Laura Bannier (Francia). Raccontandosi in una breve tavola rotonda hanno condiviso le loro storie, le loro aspirazioni e le loro passioni.

Nel suo intervento, la commissaria europea Elisa Ferreira ha ricordato Antonio e Bartek, e ha sottolineato come questo premio onori la loro memoria e il loro entusiasmo per il giornalismo e per il progetto europeo. Ha, inoltre, ricordato l’importanza del giornalismo e della libertà d’informazione, soprattutto in un momento di guerra come questo. Un momento estremamente delicato per il Mondo intero. L’eurodeputato Younous Omarjee ha sottolineato come il valore inestimabile dei giornalisti sia quello di saper riportare la realtà dei fatti. Lo stesso valore che contraddistingue anche il modello e la democrazia europea.

Le vincitrici del premio, Ani Arveladze e Laura Bannier, hanno condiviso la loro emozione ed entusiasmo nell’aver ricevuto il riconoscimento, e hanno evidenziato come per loro sia una grandissima opportunità. Tra i premi alle due giornaliste, ci sarà anche un viaggio attraverso l’Europa. Entrambe, si sono dichiarate pronte a partire, alla scoperta di nuovi paesi europei e di storie da raccontare. Storie, che, ancora, non hanno visto la luce. Quali obiettivi si pongono come giornaliste? Bannier intende concentrarsi sulle vere preoccupazioni delle persone e vuole cercare di fare la differenza in positivo, scrivendo di progetti che hanno un impatto concreto. Arveladze, invece, ha sottolineato di voler lavorare e occuparsi di storie locali e di ciò che succede nel paese da cui proviene, la Georgia.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook