Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Il brand specialist reggino Lorenzo Chindemi: "Entrare in un team è la carta vincente"

Il brand specialist reggino Lorenzo Chindemi: "Entrare in un team è la carta vincente"

«Lascia il mondo meglio di come lo hai trovato». Il suo motto preferito è un insegnamento appreso frequentando gli scout. Una frase emblematica che cerca di applicare ogni giorno, per aver un impatto positivo sul mondo che lo circonda. Lorenzo Chindemi, “brand specialist”, classe 1997, si occupa di supportare a tutto tondo alcuni marchi e aziende che sono presenti negli store Amazon per migliorare la selezione, offrire le informazioni più complete e i migliori prezzi ai clienti. Il giovane reggino è stato recentemente scelto tra i 100 studenti eccellenti, motivati e talentuosi della quinta edizione di “The Future Makers”. Un progetto che ha l’ambizione di offrire a 100 talenti appunto, tra i 23 e i 26 anni, rappresentativi delle università più importanti, gli strumenti per rafforzare la loro leadership e prepararli a essere voci autorevoli della futura classe dirigente italiana.
Lorenzo ha un bagaglio importante. Tutto è cominciato dopo il diploma al liceo scientifico “Alessandro Volta” di Reggio, con l’inizio del percorso di studi in Economia Aziendale e Management alla Bocconi: «Milano si è rivelata la carta vincente – racconta Lorenzo – ma tante sono le esperienze utili. L’università è riuscita a darmi una formazione di altissima qualità e l’opportunità di partecipare a due programmi di scambio, mentre il percorso al collegio di merito della Fondazione Rui - Milano Accademia, dove risiedevo, mi ha offerto una formazione extra universitaria su temi che non sarei riuscito a sviluppare all’interno del mio ateneo. Nel terzo anno, ho inoltre avuto la grande opportunità di frequentare un semestre all’estero, in Giappone, alla Keio University di Tokyo. Uscire fuori dalla propria comfort zone e perdere qualche certezza è sicuramente una delle esperienze più formative che ci sia e ringrazio ancora i miei genitori che mi hanno incoraggiato».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook