Mercoledì, 25 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Rosarno, “Valarioti-Impastato” nel segno della legalità

Rosarno, “Valarioti-Impastato” nel segno della legalità

di

«Nella nostra scuola i giovani sono educati a farsi paladini dei valori della legalità, della giustizia, della democrazia e ad attivare percorsi formativi virtuosi di tolleranza, condivisione, rispetto di sé e degli altri, senza lasciarsi sedurre dalle subdole promesse dei malavitosi, dispensieri di morte e distruttori di sogni e di speranze. Ecco perché la lezione di vita offertaci da Giuseppe e Peppino deve servire ai nostri ragazzi come esempio luminoso da seguire per non abbassare mai la testa e dare esaltanti prospettive al loro futuro». È con questi sentimenti che la preside Mariarosaria Russo ha dato il via, nell’auditorium del Liceo scientifico, alla sesta edizione del Premio nazionale Valarioti- Impastato, promosso dall’Istituto “Piria” con l’intento di eternare la memoria dei due giovani eroi, vittime della protervia mafiosa, e nel contempo rendere doveroso tributo a testimoni di giustizia, esponenti della magistratura, delle forze dell’ordine, delle istituzioni, dell’associazionismo, impegnati nella lotta quotidiana per contrastare la pervasività delle holding criminali, affollate di colletti bianchi, collusi e complici di varia estrazione. Figure del male opposte a quelle generose ed altruistiche che, nei vari campi delle professioni, contribuiscono con il loro lavoro a edificare una società migliore e pertanto meritevoli, attraverso il Premio, di essere additati ai giovani come esempi illustri da imitare. Tra gli antidoti da utilizzare per debellare la mafia un posto di primaria importanza occupa la cultura - ha dichiarato l’on. Dalila Nesci, sottosegretario per il Sud e la Coesione sociale - sottolineando come tali iniziative colmano solo in parte alcune lacune del nostro territorio, forse generate dalla stanchezza e dalla rassegnazione, sicché il Premio organizzato dal “Piria” rappresenta per i giovani una spinta all’ottimismo e alla concretezza.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook