Martedì, 14 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Video Politica Fase 2 a Reggio, Falcomatà: "Incertezza sull'Aeroporto, da Sacal nessun piano industriale"

Fase 2 a Reggio, Falcomatà: "Incertezza sull'Aeroporto, da Sacal nessun piano industriale"

"Sulla questione dei rifiuti il tempo è scaduto". Il sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà, è il protagonista della diretta su Gazzetta del Sud dedicata alla ripartenza dei Comuni calabresi in piena emergenza rifiuti. Ad intervistare il primo cittadino i giornalisti Salvatore De Maria e, dalla redazione di Reggio Calabria, Giuseppe Lo Re e Alfonso Naso.

"Non abbiamo strumentalizzato il problema, altrimenti avremmo cavalcato la protesta dei cittadini di stanotte. Avete visto i cartelli sopra ai cassonetti con la scritta 'Grazie Santelli'? Sono cose che non si fanno". Sulla vicenda tamponi, Falcomatà dichiara: "Che si facciano. Oggi ci dicono che non è più obbligatorio farli per chi arriva, come se fossimo passati dalla Fase 1 alla Fase 3".

"Abbiamo chiuso parchi e cimiteri quando ancora erano aperti. Queste misure ci hanno consentito di maturare un senso di responsabilità. I nostri cittadini, nella stragrande maggioranza dei casi, sono stati diligenti - dichiara il primo cittadino reggino - Vogliamo dare la possibilità ad anziani, bimbi, sportivi etc... di godere degli spazi aperti, ma servono chiarimenti. Se pensiamo che ogni Comune possa allestire controlli in tutte le ville e giardini comunali, siamo fuori strada. Il Governo ci attribuisce responsabilità che vanno oltre le nostre possibilità economiche".

Il sindaco parla poi dei ritardi nell'erogazione nella cassa integrazione: "Noi sindaci possiamo fare molto poco, eppure siamo il 'front-office' dei reclami dei cittadini. Perché oggi dovrei chiedere il pagamento della Tari al bar anche per quei due mesi in cui è stato chiuso? Significherebbe aggravare la loro posizione".

Da oggi dovrebbero diventare 10 le corse tra Messina e Reggio. Ma sull'Aeroporto di Reggio continua ad esserci tanta incertezza: "L'Aeroporto dello Stretto dovrebbe servire anche i cittadini della Sicilia orientale. La Sacal però ancora non ha prodotto il piano industriale, nemmeno fosse la ricetta segreta della Coca Cola. Pare che da luglio Alitalia riprenda a volare, ma guardando le tratte abbiamo solo un aereo per Roma e uno per Milano ad orari inutili".

Infine la chiosa sulla Reggina: "C'è ancora una discussione aperta. Io credo che la promozione delle prime sia acclarata e che il prossimo anno giocheremo in B. Con l'assessore Gallo vogliamo però mantenere un atteggiamento sobrio. Vedremo cosa accadrà".

© Riproduzione riservata

TAG: ,

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook