Giovedì, 21 Marzo 2019
stampa
Dimensione testo
BARACOPOLI

San Ferdinando, moduli abitativi al posto delle tende: potranno ospitare 250 migranti

di
baraccopoli, migranti, san ferdinando, Reggio, Calabria, Cronaca
Un momento del vertice in prefettura per San Ferdinando

La prefettura di Reggio ha a disposizione, tramite il ministero dell'Interno che ne ha dato conferma fino a stamattina, trenta moduli abitativi da destinare alla sistemazione dei migranti finora ospitati nella bidonville di San Ferdinando.

Potrebbero ospitare fino a 250 persone, come reso noto oggi dal prefetto di Reggio Michele di Bari, che già lunedì ne discuterà con i sindaci di tutti i Comuni della Piana di Gioia Tauro. Si pensa dunque al superamento definitivo della logica della tendopoli, dopo l'avvenuto smantellamento della bidonville.

"Andato bene il primo step - ha detto il prefetto in conferenza stampa -, adesso passiamo subito alla fase due. E su questo puntiamo alla collaborazione dei migranti, sperando di convincerli al trasferimento nei moduli abitativi. Sarebbe un vero peccato se questa operazione non andasse in porto".

Le operazioni di smantellamento portate a termine ieri, è stato detto oggi in conferenza stampa, sono costate complessivamente 569mila euro. Restano da smaltire rifiuti indifferenziato e speciali, come le lastre di eternit.

Nella nuova tendopoli restano a tutt'oggi 835 persone, alle quali se ne aggiungono altre 150 nell'attendamento. Ai trenta moduli già disponibili potrebbero aggiungersene altri della Regione Calabria;quest'ultimo aspetto sarà oggetto di un altro incontro venerdì.

"I tempi saranno comunque brevi", ha assicurato il prefetto. Sugli aspetti operativi dello smantellamento ha relazionato il questore Raffaele Grassi: "è riuscito alla perfezione in un contesto particolarmente difficile".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X