Lunedì, 09 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
IN SERVIZIO A LOCRI

Interdetto dai pubblici uffici ma lavorava all'Asp di Reggio: licenziato

di
asp di reggio, ospedale spoke Locri, personale Asp, primo licenziato, spaccio di droga, Domenico Giordano, Giovanni Meloni, Maria Carolina Ippolito, Reggio, Calabria, Cronaca
Ospedale Locri

Ha continuato, fino a qualche giorno fa, a recarsi normalmente al proprio posto di lavoro presso l'ospedale spoke di Locri nonostante, il 10 luglio del 2006, nei suoi confronti, la Corte d'Appello di Catania avesse emesso una “sentenza irrevocabile” con la quale era stato condannato alla pena accessoria dell'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Martedì i tre componenti della commissione straordinaria che amministra l'Asp reggina, Giovanni Meloni, Maria Carolina Ippolito e Domenico Giordano, hanno ripristinato la legalità mandando a casa il dipendente interdetto. Il 66enne nel 2000 era stato coinvolto in un procedimento penale con l'accusa di aver partecipato ad un'associazione finalizzata al traffico, alla detenzione e allo spaccio di droga.

Per 13 anni il dipendente ha continuato a recarsi normalmente al lavoro anche perché, da quanto emerge, non risulta che i preposti uffici giudiziari abbiano notificato e/o comunicato agli allora vertici dell'ex Asl di Locri e successivamente a quelli dell'Asp di Reggio né la sentenza di condanna né alcun provvedimento successivo.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook