Mercoledì, 17 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
PALMI

Palmi, omicidio Pangallo: le invettive di Cacciola prima del pestaggio

di
omicidio pangallo, Domenico Pangallo, Giuseppe Cacciola, Reggio, Calabria, Cronaca
La vittima, Domenico Pangallo

"Merda… hai insultato la moglie di un Cacciola… hai avuto il coraggio di entrare in casa di un Cacciola". È grazie al drammatico racconto agli inquirenti di Zaira Latorre, moglie di Giuseppe Cacciola, che gli inquirenti apprendono i particolari più macabri dell'omicidio di Domenico Pangallo, il 58enne di Roccaforte del Greco ucciso la sera del 26 giugno scorso a San Ferdinando.

Accusato dell'omicidio è proprio Giuseppe Cacciola, 33enne pregiudicato di Rosarno che avrebbe ammesso, nell'interrogatorio di garanzia, di avere ammazzato, senza volerlo, “Mico bicicletta” alla fine di un violento pestaggio.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook