Martedì, 22 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Inchiesta "Mala Gestio" sulla Multiservizi di Reggio, imputati davanti al giudice

di

È unicamente Giuseppe “Pino” Rechichi, tra gli indagati nevralgici dell'indagine “Mala Gestio” sulla Multiservizi, ad avvalersi della facoltà di non rispondere affrontando l'interrogatorio di garanzia. Con accanto i legali di fiducia, Antonino Curatola e Carlo Morace, ha scelto il silenzio. Al Gip di Vallo della Lucania (dove si trovava) non ha voluto rispondere.

Hanno invece risposto, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, i gemelli Antonino e Giovanni Rechichi, entrambi classe 1885. Difesi dagli avvocati Carlo Morace, Antonino Curatola e Pasquale Siclari, hanno risposto al Gip di Milano (dove si erano trasferiti da tempo). Da ciò che trapela i fratelli Rechichi hanno ribadito di non aver mai avuto alcun ruolo nelle società travolte dallo scandalo “Multiservizi” e che il loro coinvolgimento sarebbe lo stesso sviscerato nell'inchiesta “Archi-Astrea” dove sono stati assolti dopo una gigantesca odissea giudiziaria (ottenendo anche il risarcimento per la lunghissima, detenzione in carcere).

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook