Mercoledì, 30 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio ancora ostaggio dei rifiuti, appello ai candidati sindaco
AMBIENTE

Reggio ancora ostaggio dei rifiuti, appello ai candidati sindaco

di

I conferimenti quasi fermi, la raccolta che zoppica e Reggio stracolma di rifiuti. I camion carichi dell'immondizia dell'Ato reggina trovano i cancelli chiusi a Crotone all'unica discarica calabrese. E mentre il Comune cerca di accelerare sull'operazione dello stoccaggio delle basse a Sambatello, l'immagine della città non è delle più edificanti.

In questo scenario si alzano gli appelli ai rappresentanti delle istituzioni. Adriana Musella scrive una lettera aperta ai candidati a sindaco: «La città è invasa da ratti ,blatte e insetti di ogni tipo. Siamo al limite di un rischio igienico sanitario. Ci sono strade, dove la spazzatura non viene ritirata da due mesi. In via Lupardini, si è formata una montagna di immondizia e il marciapiede antistante ad un condominio si è trasformato in una discarica. In pochissime vie del centro storico, si fa finta di pulire, un po' come quella gente che s'imbelletta ma non si lava. L'idea dei mastelli è stata fallimentare. Ovunque si fa la differenziata ma non così. I cittadini non hanno più voce né diritti. Le loro denunzie restano inevase».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Reggio

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook