Sabato, 25 Maggio 2019
stampa
Dimensione testo
LO SCONTRO

Gioia Tauro, incognite sulla decadenza della concessione portuale

concessione, mct, porto gioia tauro, Reggio, Calabria, Economia
Il porto di Gioia Tauro

È calato nuovamente un buio silenzio sul porto di Gioia Tauro dopo il clamore mediatico del blocco delle attività e l'avvio della procedura di decadenza della concessione demaniale nei confronti della società terminalista, Medcenter Container Terminal.

Si sa che dopo la diffida del ministro Danilo Toninelli (che ha probabilmente accelerato l'iter perché irritato dall'assenza di Medcenter al tavolo romano) e la formale lettera del commissario dell'Authority, Andrea Agostinelli, ci sono stati movimenti informali ed è in essere una serie di interlocuzioni tra i soci.

Non si sa se Mct ha contestato la diffida (lo farà sicuramente) ma se il provvedimento avviato dal ministero è basato sulla «produttività carente», sulla «mancanza di investimenti», sulla «depressione in cui ha fatto sprofondare il porto con 370 licenziamenti», come spiegava qualche giorno addietro Agostinelli al nostro giornale, tutto traballa.

Ricordiamo che all'inizio degli ‘90 la concessione fu data a Mct con obblighi molto basso tra cui quello degli operatori. Nessuna specifica sulla quantità di contenitori minima e sugli investimenti. Insomma le questioni problematiche sull'avvio di questa coraggiosa procedura di revoca della concessione sono tante.

Leggi l’articolo completo su Gazzetta del Sud – edizione Reggio in edicola oggi.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook