Domenica, 25 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport La Reggina e il calcio gli amori: "Mio padre Oreste Granillo"
SERIE C

La Reggina e il calcio gli amori: "Mio padre Oreste Granillo"

di

Corsi e ricorsi storici. Il 16 maggio del 1965, pareggiando in casa contro il Marsala, la Reggina di Tommaso Maestrelli, centrava il traguardo della sua prima storica promozione in B. Capolavoro firmato da Oreste Granillo, uno dei dirigenti più illuminati del calcio italiano.

Granillo rivive nei ricordi della figlia Maria Stella che all'epoca non c'era, ma ricostruisce quei successi attingendo ai racconti che il padre le faceva.

"Mia madre mi diceva che prima di ogni partita, si ritirava nel suo studio e non intendeva vedere nessuno. In panchina nel 1964-65 c'era il mitico Tommaso Maestrelli che alcuni anni dopo vinse lo scudetto con la Lazio. Anche Armando Segato, deceduto giovanissimo, era un predestinato. Avrebbe avuto una carriera importante. Papà ebbe il merito di portare a Reggio anche Causio e Marini, campioni del mondo del 1982".

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook